Una partita a… METRO 2033

Il gioco da tavolo, prodotto dalla HOBBYWORLD, trae ispirazione dall’omonimo titolo del famoso libro di Dmitry Glukhovsky; ovvero, dopo una devastante guerra nucleare, vaste parti del mondo sono ridotte in cenere e Mosca è diventata una città fantasma. I sopravvissuti si sono ritirati nelle profondità della Metropolitana e lì hanno fondato una nuova “civiltà”, dove  sono sorte varie fazioni che si contendono tunnel e stazioni. Il boardgame prevede che il giocatore assuma il controllo di una di queste “associazioni”: Fourth Reich, Confederation of 1905, Bandits, Baumansky Alliance, Arbat Confederation ed infine Red Line. Ognuna “associazione” ha bonus e caratteristiche diverse.  Il giocatore dovrà scegliere anche un “eroe”, anch’esso con bonus e caratteristiche peculiari.

La struttura del gioco, di stampo gestionale-operativo, si basa su round, ognuno caratterizzato da varie fasi:

  1. Fase degli Eventi: recuperare risorse, sventare assalti di creature, proporre leggi
  2. Fase di Mobilitazione:sostentamento/reclutamento armate
  3. Fase delle Azioni delle armate: conquista stazioni/risorse
  4. Fase delle Azioni dell’eroe combattimento, commercio (risorse, equipaggiamento, missioni) oppure movimento ed esplorazione.

La vittoria si ottiene in due modi: conquistando le quattro stazioni che costituiscono la Polis (cuore spirituale-commerciale della Metropolitana) oppure ottenendo dieci punti tra stazioni conquistate e missioni completate. L’interazione fra i giocatori è limitata a combattimenti, gestiti sulla base di differenziali di forza e utilizzo di carte “operative” ed all’approvazione delle leggi sulla base dei punti-voto disponibili per ogni stazione in proprio possesso.

Le strategie sono differenziate a seconda che si privilegi l’aspetto “militare” o quello “commerciale-missioni”; in entrambi i casi è fondamentale una oculata ed attenta gestione delle risorse disponibili, costituite da carne,funghi e proiettili. La scelta disciplinerà la possibilità di eseguire le varie azioni che il giocatore può compiere. Il ritmo di gioco è abbastanza lento perché necessità di seguire, in sequenza, da parte di ogni giocatore, le varie fasi del round , quindi, mediamente, una partita con sei fazioni si attesta sulle due tre ore di gioco.

Scritto da werewolf         

8 pensieri su “Una partita a… METRO 2033

  1. Mi è piaciuto, anche se ci dovrei giocare almeno un’altra volta per capirlo meglio. E’ uno strategico semplice, ma la sua semplicità non deve essere sottovalutata. Infatti, anche qui, come in quasi tutti gli strategici seri, se sbagli un turno sarai svantaggiato tutta la partita.

  2. Mi è piaciuto, anche se ci dovrei giocare almeno un’altra volta per capirlo meglio. E’ uno strategico semplice, ma la sua semplicità non deve essere sottovalutata. Infatti, anche qui, come in quasi tutti gli strategici seri, se sbagli un turno sarai svantaggiato tutta la partita.

  3. Gioco strategico meno immediato di quello che sembra;da studiare bene per evitare cocenti sconfitte.
    1) Mai sottovalutare la fauna sotterranea
    2) Potenziare appena possibile i propro eroi

  4. Gioco strategico meno immediato di quello che sembra;da studiare bene per evitare cocenti sconfitte.
    1) Mai sottovalutare la fauna sotterranea
    2) Potenziare appena possibile i propro eroi

  5. Provato una volta e sbagliando un paio di regole, quindi dovrei rigiocarci. Per quanto mi riguarda c’è una buona possibilità di interazione tra i giocatori.
    Vi sono svariati modi per puntare alla vittoria anche se, secondo me, uno o due sembrano privilegiati. Una seconda partita magari potrebbe farmi cambiare idea

  6. Provato una volta e sbagliando un paio di regole, quindi dovrei rigiocarci. Per quanto mi riguarda c’è una buona possibilità di interazione tra i giocatori.
    Vi sono svariati modi per puntare alla vittoria anche se, secondo me, uno o due sembrano privilegiati. Una seconda partita magari potrebbe farmi cambiare idea

  7. provato una volta ma piaciuto molto,le carte possono cambiare il risultato molto velocemnte quindi non si puo dare nulla per scontato,da provare ancora per affinare la tattica che piu’ ci aggrada,se guerrafondaio o di espansione

  8. provato una volta ma piaciuto molto,le carte possono cambiare il risultato molto velocemnte quindi non si puo dare nulla per scontato,da provare ancora per affinare la tattica che piu’ ci aggrada,se guerrafondaio o di espansione

I commenti sono chiusi.