martedì, Giugno 18, 2024
Montegames

Montegames 2019

Iniziamo con i ringraziamenti. Io sono buoneacque e innanzitutto ringrazio me stesso. Per tutto il tempo e tutte le energie che ho dedicato in primis ai CarriDisarmati e poi a Montegames. Il 20 settembre 2019 lascerò spazio alle nuove generazione che dovranno portare avanti (e migliorare) un’associazione costituitasi ufficialmente nel 2007 ma nata per gioco qualche anno prima.

Ringrazio il Vicesindaco di Trevignano Dimitri Feltrin che ha creduto per primo che Montegames si potesse fare a Trevignano all’interno della splendida cornice del Parco Mario Rigoni Stern.

Ringrazio Pasa Ornella e Isetta Renato che da anni creano, curano e aggiustano i nostri giochi di lancio (kubb, cornhole e laddergolf) e i giochi giganti da fare all’aria aperta.

E ora iniziamo a raccontare la storia di Montegames 2019.

Eravamo titubanti, da un bel po’. Dopo aver rinunciato a fare Montegames a Montebelluna per mancanza di uno spazio che potesse contenere sia i giochi da tavolo (al coperto) e i giochi di lancio (su erba), abbiamo iniziato a valutare varie possibilità. Fra tutte, quella più convincente è stata la proposta del Vicesindaco di Trevignano Dimitri Feltrin, utilizzare lo spazio del Parco Mario Rigoni Stern per i giochi da fare all’aria aperta e mettere i giochi da tavolo all’interno del capannone della Parrocchia di Trevignano.

Nel capannone, gentilmente concesso dalla Parrocchia di Trevignano, abbiamo posizionato 80 tavoli, suddivisi in aree tematiche:

  • ludoteca dei CarriDisarmati, abbiamo messo a disposizione il nostro patrimonio ludico per far giocare curiosi e appassionati;
  • Smart Gaming, 4 giovani (dipende dal punto di vista) ragazzi che portano il gioco da tavolo all’interno dei pub per proporre un intrattenimento sano e divertente;
  • Goblin Magnifico, una selezione di giochi per veri appassionati, giochi portati e spiegati dall’associazione Giocatori in Scatola di Vittorio Veneto e Tana dei Goblin di Treviso;
  • ludoteca per bambini e ragazzi, le psicologhe dott.ssa Elena Vettoretto e dott.ssa Mara Marsura del “Centro Studi Età Evolutiva – dott.ssa Doriana Binotto” hanno fatto giocare i bambini e i ragazzi con i loro genitori con una accurata selezione di giochi da tavolo utili a sviluppare diverse abilità a livello relazionale, cognitivo e motorio;
  • gioco di ruolo con la Loggia degli Irrealisti di Treviso, da anni ci danno una mano portando tutta la loro esperienza e tutta la loro passione;
  • giochi astratti con il VenetoGo, anche loro da anni ci aiutano portando tutta la loro esperienza e tutta la loro passione… non sappiamo se sia nato prima il VenetoGo o la Loggia degli Irrealisti?!?
  • presenza speciale al tavolo dei giochi astratti di Giuseppe Baggio, il campione nazionale di Shogi (Scacchi giapponesi);
  • IdeaG, quest’anno c’è stata la prima collaborazione con gli Ideatori di Giochi che hanno portato i loro prototipi cioè dei giochi da tavolo in costruzione e non ancora pubblicati;
  • altra presenza speciale è stata quella di Enrico Menti che tramite il gioco Wings of Glory ha ricreato la battaglia aerea d’Istrana;
  • sicuramente mi sono dimenticato di qualcuno, abbiate pazienza, ho una certa età!

Prima di passare all’esterno facciamo un salto al bar. Gli Amici del Parco Mario Rigoni Stern ci hanno sfamato e idratato, la giornata era particolarmente calda sotto il sole, birre e bibite fresche ci hanno aiutato a sopravvivere. A pranzo ho mangiato un buonissimo piatto di gnocchi al ragù e delle patate fritte… quando un bambino voleva mangiare le stesse cose e la sua mamma lo ha redarguito perché “non è possibile mangiare patate e patate durante un pasto…” mi sono un po’ vergognato… però molti altri adulti avevano fatto la mia stessa scelta 🙂

w la libertà!

Il Parco Mario Rigoni Stern è meraviglioso, abbiamo sparso per il parco i nostri giochi e non solo:

  • ludoteca dei CarriDisarmati sezione giochi all’aperto, grazie a Ornella e Renato stiamo aumentando la nostra offerta ludica di anno in anno, con giochi di lancio e ricostruzioni ingrandite di giochi da tavolo da fare all’aperto;
  • fiera mercato di giochi, gadget e fumetti, organizzata dalla Pro Loco di Trevignano;
  • ludobus Spazio Verdeblu di Conegliano, presenza imprescindibile;
  • l’intrattenimento artistico di Kyrkos Teatro.

Tutto questo sembra scorrere in poche ore ma l’impegno dei 26 soci dei CarriDisarmati parla di ore, giorni e mesi per organizzare Montegames, di 13 anni per organizzare 13 edizioni di Montegames.

Sicuramente in questo racconto ci saranno degli errori, delle dimenticanze ma l’importante è che rimanga una testimonianza per le future generazioni di CarriDisarmati.

Scritto con il cuore.

Non so se lo avete notato ma in ogni mio resoconto c’è una parte nascosta. Qui non ringrazierò altre persone ma ringrazierò i gesti: il taglio dei pezzi del jenga, la cucitura dei sacchetti del cornhole, la costruzione dei cartelli informativi, il disegno del volantino, l’impaginazione del volantino, la consegna di un volantino, la puntina che infilza prima la locandina e poi il legno della bacheca, una donazione, un’offerta, un sorriso, una stretta di mano, montare il tavolo, pulire il tavolo, smontare il tavolo, prendere la misura per posizionare i tavoli alla giusta distanza, una birra offerta, pubblicare un post, fare una foto, raccogliere le cartacce, fare centro con le cartacce, aprire una scatola, spiegare una regola, rispiegare la stessa regola… tutto questo per dire che Montegames non è un contenitore di giochi ma un contenitore di gesti di civiltà!

buoneacque

L’ho detto che consideriamo questa edizione la tredicesima anche se la dodicesima l’abbiamo fatta in forma ridotta?!?